Le filastrocche

Dedicate ai bambini più piccoli. Sono filastrocche surreali dove si racconta in maniera allegra la caratteristica principale di ogni animale. Perché l’elefante ha il naso lungo? Perché il pappagallo ha il becco a uncino?

È una serie di dieci filastrocche ognuna delle quali illustrata dall’abile mano di Elisa Favi, valente e capace grafica, nonché grande amica.

Ecco un’anteprima! Manca l’illustrazione che arriverà molto presto!!

L’elefante

Tu non sai che l’elefante
aveva un naso corto e asciutto
ma curioso e petulante,
lo infilava dappertutto.
“Fai veder la grossa bocca”
disse un giorno al coccodrillo
“Troppi denti e lingua sciocca,
e non sei nemmeno arzillo!”
Rinchiudendo in bocca il naso
il coccodrillo s’arrabbiò
e così il ficcanaso
lì fra i denti s’imprigionò
Tira tira a perdifiato
l’elefante curiosone
con un naso assai allungato
venne fuori dal boccone.
Da quel giorno, ora tu sai
tanto che non mi dilungo,
l’elefante restò ormai
con il naso lungo lungo.