La Prescelta

La PresceltaLa Prescelta” è un romanzo fantasy che sto per ultimare. Ho iniziato a scriverlo molto prima di “Tre galline e una volpe” edito da Lettere Animate ma l’ho lasciato sedimentare un po’. Ho aggiunto, levato, limato, sistemato pagine e pagine e ora sono quasi al capolinea! Protagonisti della storia sono gli Elfi Silvani che vivono nell villaggio di Belthil.
All’inizio, il titolo provvisorio era “La maledizione del drago” ma poi ho ritenuto più opportuno mettere in luce la protagonista, anche nel titolo.

* Leggilo su AMAZON *

Un piccolo riassunto della storia.

Eledhwen è una giovane elfa dai capelli d’argento e vive nel villaggio di Belthil. Come sua abitudine, si reca presso il lago Layanil in compagnia del suo arco bianco e della faretra di pelli pregiate, confezionata dal suo compagno di vita Meldon.
All’improvviso esce fuori dall’acqua un enorme drago lacustre che la cattura e la porta in una grotta del fondale.
Il drago racconta all’elfa che da tanti anni è alla ricerca di colei che potrà riportarlo al suo antico splendore; le rivela di essere stato un principe elfo, maledetto dalla Dea Natura perché aveva ucciso senza ragione un cucciolo di drago.
Gli abitanti di Belthil, cercano la giovane e dopo varie peripezie, uccidono il drago con la stessa freccia infuocata che prima aveva casualmente ferito gravemente Eledhwen ad una spalla, ma non fanno altro che far ricadere su se stessi una gravissima maledizione.
Malbeth, il vecchio mago e saggio del villaggio, chiede che qualcuno vada alla ricerche di alcune piante magiche per curare la giovane elfa e subito Finduilas, amico di Meldon e capo dell’esercito, si offre e parte attraversando la foresta incantata, piena di mille pericoli.
Durante il suo cammino, si abbatte su tutta la comunità elica la maledizione del drago e Finduilas diventa un esserino alto poco più di una spanna, coperto di corteccia come tutti i suoi simili; nonostante questo, continua la sua missione e riesce a recuperare un fascio di erbe magiche che porta prontamente al mago. Arrivato a Belthil, si accorge che tutti sono diventati di corteccia come lui.
Per poter spezzare la maledizione, il mago invita Meldon a recarsi ad Ipsa, città degli umani per cercare un giovane mago e convincerlo a seguirlo al villaggio. Meldon parte ed arrivato ad Ipsa, riesce a trovare Ephebus, il giovane mago umano e lo convince a seguirlo.
Ephebus era stato istruito dal suo maestro e sapeva che un giorno avrebbe dovuto salvare un intero popolo di elfi. Prepara una mistura magica che racchiude in un’ampolla e parte per Belthil.
Arrivato al villaggio, compie la sua opera facendo tornare gli elfi al loro antico splendore ma in cambio vuole che l’ampolla venga riempita dalle lacrime amare di Eledhwen e le chiede di seguirlo a Ipsa per vivere con lui, pena il ritorno della maledizione su tutto il villaggio.
La giovane elfa parte, ma il suo forte carattere non la fa soccombere al volere dell’umano; lo seguirà per salvare il suo popolo ma non cederà mai ai suoi voleri.
La giovane piange ed Ephebus controlla sempre l’ampolla che pian piano si va riempiendo.
Intanto a Belthil, Meldon e Finduilas preparano una spedizione armata per andare ad Ipsa e riportare a casa Eledhwen, ma quando sono sulla strada che li porta alla città degli umani, vedono in lontananza un cavallo grigio che galoppa verso di loro portando sulla groppa una fanciulla dai capelli d’argento.Non sanno però che nel frattempo, per una inspiegabile attrazione, Eledhwen ed Ephebus hanno un rapporto amoroso da cui avrà vita il futuro Principe degli elfi.
Solo il vecchio mago elfico e il maestro di Ephebus erano a conoscenza di tutto.

SalvaSalva

SalvaSalva